Artist: Alessandro Florio trio     Album: Back to the Blue Coast     Label: AlfaMusic     Code: AFPCD215

Back to the Blue Coast

  • Back to the Blue Coast

  • Alessandro Florio trio

  • 05 June 2020

  • AFPCD215

  • 8032050020082

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 390

  • Today views : 11

  • Created on : 06 May 2020

  • Total songs : 9

  • Total comments : 0

  • From: AlfaMusic

Press Release

Video-clip: STREETS OF NAPLES 

 

Back to the Blue Coast è una sorta di ritorno a casa, sia geograficamente, dopo anni vissuti all’estero tra l’Olanda e New York, sia nel sound, con una serie di brani del chitarrista dedicati e/o ispirati dalla sua terra (Costiera Amalfitana) e dal taglio compositivamente più “Mediterraneo” rispetto ai suoi precedenti lavori.


A differenza del precedente “Roots Interchange” (2015), registrato a New York con la sezione ritmica del Pat Martino Trio (Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre Jr. alla batteria), qui la “line up” è volutamente tutta Italiana, fatta eccezione della stella del jazz iberico Ernesto Aurignac, presente al sax alto in ben cinque brani.


Se molte delle composizioni hanno reminiscenze Mediterranee, l’approccio ritmico, supportato da Laurentaci e Valeri è però saldamente ancorato alla maniera americana di intendere il beat. Da segnalare in “Streets of Naples” la presenza della cantante napoletana ma ormai trapiantata da anni a New York, Laura Taglialatela che ha scritto e interpreta il brano dedicato alla sua città.

 

 

"Back to the Blue Coast" vuole essere un tentativo, ai limiti dell’impossibile, di restituire a questa terra anche solo una minima parte di tutta la bellezza che negli anni mi ha donato. 

 

Il disco si sviluppa, quasi involontariamente, in due parti: la prima è dipinta dal mare, dalle rocce, dai vicoli e dalla sua gente mentre la seconda è un diario di viaggio, dettato da quel grande Amore che è il jazz. 

Non esisterebbe prima parte senza seconda e viceversa: viaggiare lontano in cerca delle parole adatte a descrivere i luoghi di partenza e tornarci con bagagli e storie in più da raccontare.

 

Questo disco è dedicato alla mia terra e alle persone che ho dovuto apparentemente lasciare alla partenza di questo continuo ed inevitabile viaggio alla rincorsa del Suono.

 

Un grazie particolare ai musicisti, che nei brani, volutamente piuttosto brevi, condensano al meglio la loro arte, impreziosendo tutte le mie idee.

Ai grandi Giampaolo, Marco e Laura e all'incredibile Ernesto: un musicista geniale, imprevedibile di cui mi innamorai al primo ascolto, che fonde nel suo sax le strade assolate della sua Malaga con la sofferta storia del jazz.

Non potevo immaginare nessun altro che potesse interpretare meglio di loro ogni nota che avevo in mente".

 

Alessandro Florio 

 

"Parte del ricavato sarà devoluto all'Associazione Alzheimer Italia di Bari per dare attraverso la musica un contributo, anche concreto, a una delle categorie più sensibili e colpite dal Covid-19" 

___________________ 

Alessandro Florio - Bio 

Alessandro Florio ha pubblicato in qualità di leader due album: “Taneda”(2014), ispirato alla musica di Thelonious Monk e “Roots Interchange”(2015) realizzato tra l’Italia e gli USA con due tra i più importanti e quotati musicisti della scena jazzistica internazionale quali gli americani Pat Bianchi all’hammond e Carmen Intorre Jr. alla batteria, gia’ sezione ritmica del leggendario Pat Martino Trio.

 

Dopo essersi diplomato alla “Civica Scuola di Jazz” di Milano studiando tra gli altri con Franco Cerri ed Enrico Intra, Alessandro Florio ha presto intrapreso l’attivita’ concertistica in Italia esibendosi per un breve periodo col Guitar Ensemble di Franco Cerri e per quattro anni con l’Urban Jazz Trio, formazioni basate su repertori di brani originali. Trasferitosi in Olanda nel 2008 per studiare al Prince Claus Conservatorium (prestigioso conservatorio musicale jazz con corpo docente americano) dove ha ottenuto una laurea (Bachelor) in chitarra, arrangiamento e composizione, ha poi conseguito un Master in Jazz Performance studiando tra l’Olanda e New York sotto la guida di Freddie Bryant, Mark Whitfield, Peter Bernstein, Paul Bollenback, Ed Cherry, Frank Wingold.

Partecipa a vari seminari come tra cui Siena Jazz (terzo livello) nel 2007 con Tomaso Lama, Achille Succi, Mauro Negri; We Love Jazz nel 2008 con Paul Bollenback, Joey De Francesco, Jerry Weldon, George Cables, Benny Golson, Jimmy Cobb e a varie masterclass tra cui quelle di: Mike Stern, Pat Martino, Ralph Alessi, Harold Mabern, Eric Alexander, Peter Bernstein, Ali Jackson, David Liebman, Barry Harris, James Moody, Garrison Fewell, John Clayton, Vincent Herring…                                                                                                                                       Nel 2013 gli viene conferita durante gli studi del Master, una Borsa di Studio in Jazz Performance dal Prince Claus Conservatorium, Groningen (Paesi Bassi).

Nella sua carriera ha avuto occasione di collaborare ed esibirsi in Europa, USA e in Asia con musicisti straordinari, tra questi Alex Sipiagin, Mark Gross, David Berkman, Freddie Bryant, Gene Jackson, Don Braden, Pat Bianchi, Carmen Intorre Jr, Greg Cohen, Bruce Williams, Fabrizio Bosso, Gege' Telesforo, Max Ionata, Daniele Scannapieco, Dario Deidda, Tullio De Piscopo, James Senese, Tony Esposito, Franco Cerri, Silvia Mezzanotte, Peppe Vessicchio, Marco Zurzolo, Ernesto Vitolo,  Giovanni Amato, Stjepko Gut, Ernesto Aurignac 4tet e molti altri. Si è esibito, sia in qualità di leader sia di sideman in Italia e sia all’estero: USA, Olanda, Belgio, Germania, Austria, Spagna, Grecia, Lettonia, Estonia, Lituania, Romania, Svizzera, Grecia, Indonesia e Thailandia. Ha inoltre tenuto masterclass sia In Lituania che in Olanda di Chitarra e di Musica d’Insieme.

Si esibito nel corso della sua carriera in numerosi e importanti Jazz Festivals come: More Than Jazz Festival, Amalfi In Jazz, Festival del Mediterraneo, Festival Latino-Americando Milano, Jazz In Campo, Atina Jazz Festival, Sapri Jazz Waves, Spring Jazz Festival, Jazz in Galdo, Siena Jazz, Salotti Musicali, Italian Festival Thailand, Oratino MAC Festival, Musiche in Cortile, Jazz & Young Festival, Festival del Mediterraneo, Settembre Isernino.

Oltre ai due dischi a suo nome ha registrato come sideman in diverse formazioni jazz Italiani e  internazionali

Attualmente al lavoro al suo terzo lavoro discografico di imminente uscita con AlfaMusic/Egea (2020), è dal 2017 unico chitarrista solista di “Un Orchestra per Pino Daniele”, assieme ai membri stessi dello storico gruppo del chitarrista Napoletano (James Senese, Tullio De Piscopo, Tony Esposito, Ernesto Vitolo).

 

Dal 2017 e’ docente di chitarra jazz presso il Conservatorio Statale "Jacopo Tomadini" di Udine; è co-fondatore assieme a Natascia Silvestri Jones del progetto di Teambuilding “The Jazz Mindset Training” con cui tiene workshop e masterclass per i Master delle maggiori Università europee. 

Track List

1.     G&P (Back to the Blue Coast)

2.     Lo Zio del Mare

3.     Letter to my Father

4.     Streets of Naples

5.     We See

6.     Pannonica

7.     Tutto Soul

8.     Will You Still be Mine

9.     Born to Be Blue

All composed by Alessandro Florio except: 4 Lyrics by Laura Taglalatela, music by A. Florio, 5 and 6 by T. Monk, 8 by Matt Dennis, 9 by Mel Tormé and Robert Wells

Publishing tracks 1,2,3,4,7: AlfaMusic Studio (Siae) 

 

 

Personnel

Produced by Alessandro Florio for AlfaMusic Label&Publishing 

Production coordination Fabrizio Salvatore 

 

ALESSANDRO FLORIO guitar 

ft. ERNESTO AURIGNAC alto sax 

GIAMPAOLO LAURENTACI double bass

MARCO VALERI drums

Guest:

LAURA TAGLIALATELA voice  

Recording Data

All tracks recorded at “LOAD - Liberation Of Art District” in Rome, Italy in June 2019 except track 9 recorded at “Orange Bug Studios”, Naples, Italy in November, 2019.

All tracks mixed by Stefano Del Vecchio except track 9 mixed by Alberto Santaniello.

Mastering AlfaMusic Studio, Rome

Sound engineer Alessandro Guardia 

More Albums From AlfaMusic