Artist: Sergio Armaroli Quintet with Billy Lester     Album: TO PLAY STANDARD(S) AMNESIA     Label: Dodicilune     Code: ED384

TO PLAY STANDARD(S) AMNESIA

  • TO PLAY STANDARD(S) AMNESIA

  • Sergio Armaroli Quintet with Billy Lester

  • 14 December 2017

  • ED384

  • 8033309693842

  • Dodicilune

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 918

  • Today views : 4

  • Created on : 08 November 2017

  • Total songs : 11

  • Total comments : 0

  • From: Dodicilune

Press Release

Il 2017 della Dodicilune si chiude con il nuovo progetto di Sergio Armaroli, terzo di quest’anno firmato con l’etichetta pugliese guidata da Gabriele Rampino e Maurizio Bizzochetti. Giovedì 14 dicembre esce, infatti, in Italia e all’estero distribuito da Ird e nei migliori store digitali, "To play Standard(s) Amnesia" nel quale il compositore e vibrafonista è affiancato dal sassofonista Claudio Guida, dal contrabbassista Marcello Testa, dal batterista Nicola Stranieri e dal pianista statunitense Billy Lester. Il cd propone dieci standard - Body And Soul (and Bobby), You Go To My Head, All The Things You Are, Just Friends, The Nearness Of You (to Milt), Yesterdays, Autumn Leaves, All Of Me (in Red), Out Of Nowhere, My Old Flame (without Me) - riletti in una dimensione cameristica, fedele ai riferimenti stilistici di Lennie Tristano e Sal Mosca

Billy Lester è, infatti, uno degli ultimi esponenti della fiorente scuola di Tristano. Nato a Yonkers (New York), dove vive e insegna, è un improvvisatore senza restrizioni, istintivamente lirico, che crea composizioni originali sulle strutture armoniche dei classici americani. Lester come il suo mentore Sal Mosca, uno degli allievi più acclamati di Tristano, ha sviluppato la sua arte quasi in privato, un giovane prodigio che ha iniziato a suonare il piano all'età di quattro anni, per poi diplomarsi alla prestigiosa Manhattan School of Music. Affascinato dai grandi compositori e musicisti (Kern, Gershwin, Rodgers, Hart, Porter, Berlin, Mercer, Arlen, Powell, Tatum, Parker, Christian, Eldridge, Louis Armstrong e Lester Young) si avvicina giovanissimo al jazz. Dopo aver insegnato per decenni nella sua città natale, dedicando molto tempo alla sua famiglia, superati i cinquant’anni, con i figli cresciuti, ha sentito la voglia e la necessità di esibirsi in pubblico trovando la cosa sorprendentemente gratificante. Nei dischi e nei live Lester predilige la formazione del trio - ha collaborato e pubblicato con Testa e Stranieri che ritrova in questo progetto - o del piano solo. "Solitamente parto da uno standard, lo riarmonizzo, inverto gli accordi, lo rielaboro in modo che non suoni più come l'originale ma come la mia personale interpretazione. Successivamente sviluppo nuovo materiale tematico e do vita ad una composizione originale, mia”, sottolinea.

"To play Standard(s) Amnesia" è invece l’ottavo cd pubblicato da Sergio Armaroli con l’etichetta Dodicilune dopo “Prayer and request” (2010) e “Vacancy in the Park” (2015) con Axis Quartet, “Early Alchemy” (2013), “Tecrit” (2014) con Riccardo Sinigaglia (santur elettrico, flauti barocchi ed elettronica), "Micro and More Exercises" con Giancarlo Schiaffini (2016), "Structuring the Silence" (2017) con il batterista e percussionista svizzero Fritz Hauser e “From The Alvin Curran Fakebook - The Biella Sessions”  (2017) con il compositore Alvin Curran (piano, shofar, computer), il trombonista Giancarlo Schiaffini e il sassofonista Alipio Carvalho Neto. La poetica di Armaroli abbraccia molteplici ambiti espressivi alla costante ricerca di un’unità dell'esperienza. Si dichiara pittore, percussionista concreto, poeta frammentario e artista sonoro oltre a fondare il proprio operare all'interno del "linguaggio del jazz" e dell'improvvisazione come "estensione del concetto di arte". Concentrato su una scrittura diffusa, consapevole di essere produttore "di-segni", dove l'invenzione verbale è "gesto poetico", nella vita è costretto ad uno sforzo pedagogico costante (www.sergioarmaroli.com). Svolge un’intensa attività artistica caratterizzata da un eclettismo stilistico accentuato con una tendenza alla dispersione linguistica come alla rinuncia e ad una forte predilizione per il "silenzio". Si è esibito in qualità di "attore musicale" e percussionista concreto in prestigiosi teatri e sale da concerto internazionali esponendo come artista in ambito off e sperimentale. Ha al proprio attivo numerose pubblicazioni in campo teorico musicale e poetico. 

L’etichetta salentina Dodicilune è attiva dal 1996. Dispone di un catalogo di oltre 220 produzioni di artisti italiani e stranieri ed è distribuita in Itali a e all'estero da IRD in circa 400 punti vendita tra negozi di dischi e store. I dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati su una cinquantina tra le maggiori piattaforme del mondo.

Track List

1 - Body And Soul (and Bobby)
2 - You Go To My Head
3 - All The Things You Are
4 - Just Friends
5 - The Nearness Of You (to Milt)
6 - Yesterdays
7 - Autumn Leaves
8 - All Of Me (in Red)
9 - Out Of Nowhere
10 - My Old Flame (without Me)

Music - Lyrics by Heyman/Sour/Eyton/Green (1), Coots - Gillespie (2), Kern - Hammerstein II (3), Klenner - M. Lewis (4), Carmichael - Washington (5), Kern - Harbach (6), Kosma - Mercer (7), Marks - Simons (8), Green - Heyman (9), Johnston - Coslow (10).

Personnel

Sergio Armaroli - vibes
Billy Lester - piano
Claudio Guida - sax
Marcello Testa - double bass
Nicola Stranieri - drums

Recording Data

Total time 63:25 STEREO DDD
p 2017 DODICILUNE (Italy)
www.dodicilune.it
CD DODICILUNE DISCHI Ed384
8033309693842

Produced by Sergio Armaroli and Gabriele Rampino for Dodicilune edizioni, Italy
Label manager Maurizio Bizzochetti (www.dodicilune.it)
Recorded, mixed and mastered July 2015 at Il Pollaio, Ronco Biellese (Bi), Italy
Sound engineer Piergiorgio Miotto
Cover artwork by Sergio Armaroli
Photos by Antonella Trevisan
Contact: www.sergioarmaroli.com, www.billylester.com

More Albums From Dodicilune